domenica, 14 Luglio 2024

Io e Google, la mia esperienza

Google è divenuto il motore di ricerca leader in Italia e gran parte del Mondo Occidentale. Se non hai alcuna presenza su Google, sei un libero professionista, un’azienda, sei indirizzato verso il declino. Ma non solo, Google ci obbliga a utilizzare prodotti web innovativi. Se hai un sito web costruito 5 anni fa, oggi non vale niente, in particolare dal maggio 2021, quando Google ha introdotto una novità imponente chiamata Google Vitals, costituita da un un mix di varianti che pone fine al fai da te.

Google Vitals misura l’esperienza digitale del visitatore di un sito web a mezzo smartphone. Tale novità ci ha mandati tutti abbastanza in crisi, in quanto Google non ama rivelare i suoi segreti, perciò noi che lavoriamo in questo settore, ci aggiorniamo ed eseguiamo continui test per scoprire cosa c’è dietro ciascuna novità di Google.

Io mi occupo di strategie finalizzate a migliorare l’esperienza digitale del visitatore, e di conseguenza di strategie.

Con gli anni ho sfidato il motore di ricerca pertanto ad avere una buona visibilità numerosi siti web. Ma niente è scontato. Google non è controllabile, però si può addomesticare la sua influenza, e ottenere un discreto risultato.

Tieni conto, che gli utenti che avranno um’esperienza scadente del tuo sito web sarà misurata e censita da Google, e perderai posizionamenti.

Se non adeguerai il tuo sito web a Google Vitals avrai un impatto negativo sul posizionamento della tua pagina o sito web in Google, con conseguente calo del traffico e, in definitiva, una perdita di influenza e di entrate. Ma non solo, i danari che hai investito per ottenere visibilità saranno bruciati.

Altra novità, anche gli annunci a pagamento dei siti web saranno influenzati da

Da maggio 2021 in poi, l’esperienza della pagina entrerà a far parte dell’algoritmo di ranking di Google insieme ad altre metriche di ricerca per misurare e classificare la reattività e l’esperienza complessive dei siti Web che emergono nei risultati di ricerca. Ciò significa che più che mai, l’esperienza della pagina sarà in primo piano nella corsa per il primo posto di Google: se non riesci a tenere il passo, la tua attività rimarrà indietro. 

Ci sono molte modifiche che puoi apportare al tuo sito web prima dell’aggiornamento dell’algoritmo di Google , che cambierà le regole del gioco per le classifiche dei siti web nel 2021. 

Utilizza la nostra lista di controllo per la preparazione per iniziare:

Cosa rende una buona esperienza sul sito web?
Perché il nuovo fattore di ranking dell’esperienza di pagina di Google sarà critico per l’azienda?
Come puoi prepararti con successo all’aggiornamento dell’algoritmo per mantenere un posizionamento elevato su Google?

 

 

 

Ultimi Post